Mesefebbraio 2018

Alimenti consigliati in caso di pancia gonfia

gonfiore addominale: quali cibi comprare?

Abbiamo detto che mangiare correttamente e cibi di qualità rappresenta il primo passo per mantenere stomaco e intestino sempre in salute. Ebbene, ma quali sono i cibi che è meglio preferire e quelli che, invece, andrebbero evitati?

Frutta e verdura, ricche di antiossidanti e vitamine, sono le basi da cui partire. La frutta, però, è meglio assumerla lontano dai pasti e utilizzarla per gli spuntini di cui abbiamo parlato poco sopra. Questo, infatti, è un ottimo rimedio per mantenere lo stomaco sempre sazio e per non arrivare ai pasti principali completamente affamati.

Se la fame vi dà il tormento, è preferibile puntare su cibi integrali, come pasta e riso, che essendo molto ricchi di fibre aiutano a gonfiare lo stomaco e a mantenerlo sazio più a lungo. Quando mangiate le proteine, ricordatevi di associare sempre una porzione di verdura al vostro piatto; cotta o cruda non fa differenza, purché non si fritta, perché pesante e molto più difficile da digerire.

In particolare, fate leva su questi alimenti:

  • Finocchio: crudo, cotto o da bere come infuso: aiuta la pancia a sgonfiarsi e a espellere il gas in eccesso.
  • Mela: aiuta lo stomaco a regolarsi dal punto di vista della fermentazione
  • Menta: come infuso è ottima per chi soffre di pancia gonfia
  • Zenzero: una radice da sempre considerata benefica e con ottime proprietà per sgonfiare la pancia e aiutare la digestione

Da evitare, invece, sono:

  • Alimenti piccanti e cibi fritti: sono pesanti e molto difficili da digerire
  • Limitare il consumo di legumi: ceci, lenticchie, piselli e fagiolini possono provocare flatulenza
  • Dolci e dolcificanti: aumentano il livello di fermentazione nell’intestino e favoriscono la sensazione di avere la pancia gonfia

Le cose da fare e da non fare durante i primi 3 mesi di gravidanza

allenamento gravidanza

I primi tre mesi di gravidanza sono critici per lo sviluppo del feto, ma anche per la salute della mamma. Molte mamme sono affascinate e spaventate dai cambiamenti fisici che intercorrono in questo periodo e vorrebbero reagire. Cercano informazioni sul web, si rivolgono alla loro madre o alle amiche, trovano sostegno nel dottore. Uno degli aspetti di cui tenere conto è certamente il combinato disposto tra alimentazione ed esercizio fisico. Il corpo cambia, l’essere vivente dentro l’utero si annida e si sviluppa richiedendo attenzioni particolari, si avverte la necessitò di prendere provvedimenti. Mentre si dovrebbe agire con circospezione. Ecco alcune cose da fare e da non fare nei primi tre mesi

Primo mese:

DA FARE DA NON FARE
Iniziare il percorso di integrazione alimentare come l’acido folico e altre vitamine, per prevenire che il feto abbia problemi. Se è il tuo primo bambino subentra il panico, ma è importante vivere saggiamente la gravidanza senza troppi stress. Il corpo sa come adattarsi. Il panico non fa bene, quindi evitare inutili allarmismi.
Scegli il ginecologo con attenzione, magari rivolgiti a qualcheduno di fiducia, che abbia già messo le mani su pazienti che conosci. Non fare piegamenti e pesi durante la giornata. Affidati a una personal trainer esperta in allenamento durante la gravidanza.
Fai esercizio regolare, in modo cauto, controllato. La camminata è probabilmente la migliore opzione, insieme allo yoga, chiedi anche al ginecologo. Non fare auto-medicazione, non affidarti a Google per prendere decisioni critiche sulla tua salute
Cerca di avere un buon umore o comunque un’attitudine positiva per tutto ciò che riguarda l gravidanza e la vita in generale, stai per avere un figlio. La stabilità psicologica durante la gestazione influisce positivamente sulla salute del nascituro. Se devi fare viaggi lunghi, evita di portare troppi pesi appresso. Insomma, fatti aiutare o evita trasferte troppo lunghe.
È facile stancarsi durante la gravidanza, soprattutto in questi mesi a causa dei cambiamenti ormonali in corso. Pertanto, cerca di dormire e riposare. Un buon sonno ristoratore influisce sulla salute del bambino. Evita luoghi dove ci sono temperature troppo alte che possono innalzare la temperatura corporea.

 

Secondo mese:

DA FARE DA NON FARE
Dedica tempo a te stessa riposandoti ed essendo egoista, limita le faccende di casa quando serve. Non rimanere troppo a stomaco vuoto, dato che questa condizione sviluppa di più la formazione dei gas che inducono la nausea
Il tuo seno inizia a diventare pesante, se avverti dolore rivolgiti al medico. Non prendere antibiotici o antidolorifici come forma di automedicazione senza prima aver consultato il ginecologo
Prosegui negli esami, dalle urine puoi capire se hai problemi relativi al diabete.

Puoi verificare la presenza di problemi ai reni o di ipertensione.

La pressione sanguigna va tenuta sotto controllo. Evita tutto ciò che può fartela salire. Cerca di vivere la gravidanza nell’ambito della vita di coppia, è più semplice.
È anche tempo di fare gli esami del sangue per misurare i livelli di emoglobina nel sangue, la presenza di difetti genetici o di malattie infettive.

 

Terzo mese:

Continua con quello fatto fino adesso, regolando al meglio la propria vita rispetto ai controlli periodici, che ora diventano la routine.  Le ecografie risultano importanti per capire l’andamento della gravidanza.

È necessario non affaticarsi: la camminata veloce per mantenere peso e forma è del tutto sconsigliata. Meglio camminare lentamente, alternando le camminate con il riposo. Durante il primo trimestre di gravidanza il feto si trasforma, e avvertendo queste trasformazioni, le sentirai, insieme alle emozioni. Da qui in avanti sarà tutto più evidente, ma bisogna assolutamente evitare di fare degli errori durante questo primo trimestre.

Come prendersi cura delle piante grasse

Come prendersi cura delle piante grasse

Spesso quando pensiamo alle piante grasse pensiamo a piante di minore importanza, a piante meno belle e meno decorative. E invece le piante grasse hanno un grande potenziale, sia dal punto di vista del giardinaggio, sia dal punto di vista del garden design, perché riescono ad arredare molto bene lo spazio con i loro magnifici colori.

Le piante grasse sono piante da appartamento, sono facili da coltivare e per questo motivo sono l’occasione migliore per avvicinarsi al giardinaggio. Hanno bisogno di poca acqua, sono piante piuttosto resistenti e anche se bistrattate per un po’, dimenticate o curate poco nel corso delle settimane, le piante grasse sono sempre lì dove le avevate lasciate.

Si adattano molto bene all’ambiente in cui vengono poste e in commercio ne esistono veramente di tante varietà, coloratissimi, verdi, grandi, piccole e di medie dimensioni. Se anche tu vuoi avvicinarti al magico mondo delle succulente, vuoi conoscere le varietà presenti in natura e vuoi provare a dare loro una possibilità per arredare la casa, o l’ufficio, allora Guida Giardino può essere il portale che fa al caso tuo.

Qui potrai trovare tanti consigli e leggere guide di approfondimento che spiegano che cosa sono le piante grasse, come fare per preservarle nel tempo, come trapiantarle e come utilizzarle dentro casa per abbellire un angolo dell’ambiente che vi sembra un po’ spento. Luminosità, spazio e temperatura non saranno più segreti per voi se leggerete le guide di questo portale, che vi guiderà anche nella scelta delle succulente più giuste in base allo spazio che volete arredare.

Ma non solo: sapevate che le succulente sono piante che si prestano molto bene per creare eleganti e creative composizioni floreali? Anche in giardino, proprio così, le piante grasse si prestano molto bene per arredare non solo complementi d’arredo, ma anche i tronchi degli alberi, le fioriere e qualsiasi altro elemento da esterno.

Su Guida Giardino potrete trovare degli spunti pratici e tante idee creative e originali per comporre, creare, sperimentare e provare ad avvicinarvi al mondo del giardinaggio in modo semplice, divertente e creativo. E chissà che non vi venga la curiosità di scoprire anche tutto il resto; Guida Giardino è un portale completo e ricco di offerte tematiche.

Su questo portale troverete tanti tutorial su come coltivare il proprio orto, senza esclusioni di colpi e di spazio, perché su Guida Giardino troverete anche tantissime idee salva spazio e dedicate agli spazi più ridotti. Troverete anche tanti post di approfondimento per conoscere più da vicino il mondo dei fiori e delle piante, bellissime immagini, consigli e tanti spunti creativi per arredare il balcone, il terrazzo e il giardino.