Giorno3 dicembre 2018

Influenza, mal di gola e raffreddore

Quando si entra nel vivo della stagione fredda bisogna fare i conti con i malanni stagionali, da fronteggiare con i farmaci più idonei.

Ma come capire se si sta affrontando un semplice raffreddore piuttosto che una forte influenza? E che dire del fastidioso mal di gola, che spesso basta e avanza per creare scompensi e problemi? Ecco una mini-guida per orientarsi.

Raffreddore e influenza sono causati entrambi da infezioni virali, ma di ceppo differente. Inoltre, ci sono differenze importanti nella modalità in cui si propagano e progrediscono.

I sintomi dell’influenza spesso iniziano con una febbre che si manifesta rapidamente, mentre i sintomi del raffreddore iniziano lentamente. I sintomi influenzali tendono ad essere più gravi e una serie di complicazioni potenzialmente pericolose possono essere causate dall’infezione da virus influenzale della gola, del naso e dei polmoni.

Come l’influenza, il raffreddore comune è causato da virus. Mentre l’influenza è causata da virus influenzali, ci sono più di 200 virus distinti che possono causare un raffreddore. Tra questi, i rinovirus sono la causa di più della metà delle infezioni delle vie respiratorie.

I sintomi del raffreddore compaiono tipicamente da uno a tre giorni dopo l’esposizione a un virus che causa il raffreddore. I sintomi raggiungono il picco intorno al quarto giorno e si assottigliano intorno al settimo giorno.

I primi segni di raffreddore possono includere affaticamento, starnuti e mal di gola. Durante i primi due giorni, si può sentire come se ci fosse un prurito o qualcosa che si è bloccato in gola, in questo caso si possono assumere farmaci come un prodotto antinfiammatorio gola di NeoBorocillina. Poi si può iniziare a starnutire più del normale. Quando iniziano i sintomi nasali, il naso produce un muco chiaro, che può assumere un colore giallastro man mano che si addensa il catarro.

I sintomi del raffreddore più comuni includono:

  • Naso che cola o chiuso
  • Starnuti
  • Gocciolamento nasale
  • Tosse
  • Mal di gola
  • Occhi acquosi
  • Senso di stanchezza
  • Dolori articolari
  • Cefalea lieve
  • Febbre di basso grado (più probabile nei bambini)

L’intero ciclo di vita di un raffreddore è di solito tra i 7 e i 10 giorni. Un raffreddore può durare più a lungo o essere più grave in persone che hanno problemi immunitari o altri problemi di salute di fondo. Il periodo contagioso di un paziente ha una durata di vita propria, di solito inizia un paio di giorni prima che i sintomi del raffreddore si manifestino e continua per i primi giorni durante la manifestazione della malattia.

I sintomi dell’influenza

A differenza dei sintomi del raffreddore, che si sviluppano gradualmente, i sintomi dell’influenza di solito si manifestano all’improvviso. I sintomi del raffreddore e dell’influenza possono sovrapporsi, ma questi ultimi tendono ad essere più gravi. C’è anche un rischio maggiore di sviluppare complicazioni, come la polmonite, nelle persone che hanno l’influenza.

Per riprendersi occorre più tempo, ritrovare le energie può richiedere anche due settimane.

Quando si affronta un’influenza si può provare:

  • febbre alta – 38 gradi o superiore (ma non tutti sviluppano la febbre)
  • Naso che cola o chiuso
  • Starnuti
  • Tosse
  • Mal di gola
  • Senso di affaticamento
  • Dolori alle articolazioni
  • Mal di testa
  • Olfatto indebolito
  • Nausea, vomito e diarrea (più comune nei bambini)

I sintomi dell’influenza nei bambini sono simili a quelli degli adulti, anche se i bambini hanno maggiori probabilità di sperimentare nausea, dolori addominali, vomito e diarrea.

Nei neonati, i sintomi possono includere letargia e scarso appetito. Anche i bambini piccoli possono essere notevolmente irritabili.

I bambini possono essere particolarmente disturbati dalla congestione nasale dovuta all’influenza. I neonati e i bambini piccoli hanno spesso difficoltà a respirare attraverso la bocca.

Nei lattanti, le secrezioni nasali dovrebbero essere delicatamente rimosse prima di allattare e prima di dormire con delle soluzioni saline.