Allenamento personalizzato con il personal trainer

Al giorno d’oggi l’allenamento in palestra è una modalità di tenersi in forma che va molto di moda fra giovani e meno giovani.

L’allenamento però deve essere altamente personalizzato, vale a dire che deve modularsi e costruirsi sulla base delle esigenze della persona che vi si sottopone. La creazione di un programma personalizzato, da seguire passo a passo, è la regola. Qui entra in gioco quindi una figura fondamentale nell’allenamento, che è quella del Personal Trainer (vedi: trainingspecialist.ch). Il Personal Trainer consiste in una figura professionale il cui scopo è quello di iniziare all’allenamento ed all’esercizio fisico le persone che frequentano la palestra, e di indicare anche lo stile di vita più salutare da seguire, oltre che il programma personalizzato.

Il Personal Trainer, oltre a tutto questo, è anche un motivatore, colui che deve cercare di capire le caratteristiche fisiche e psicologiche e le possibilità della persona che gli sta di fronte per aiutarlo a raggiungere l’obbiettivo.

Il Personal Trainer innanzitutto, essendo una figura professionale, deve conoscere la persona che si affida alle sue mani.

Innanzitutto il Personal Trainer ha il compito di effettuare l’anamnesi, ovvero l’intervista iniziale al suo cliente, volta allo scopo di conoscerlo meglio per poter costruire un programma di allenamento personalizzato. L’anamnesi verte sulla storia medica del cliente, sul suo stile di vita, su eventuali infortuni, attività sportive portate avanti, e poi sulle sue esigenze e sugli obiettivi.

Segue poi la valutazione antropometrica funzionale, vale a dire alcune misurazioni con appositi strumenti che servono per determinare la composizione corporea.

Una volta stilato il programma di allenamento e cominciato ad eseguirlo, il Personal Trainer tiene sotto controllo l’efficienza e lo svolgimento dell’allenamento nel corso della programmazione a medio e lungo termine. A intervalli di tempo regolari, il Personal Trainer effettua un controllo sugli obbiettivi raggiunti ed eventualmente apporta delle modifiche e correzioni al programma.

Al termine del lavoro, si controllano gli obbiettivi raggiunti e se è necessario qualche perfezionamento. 

Come si sa, le tecniche di allenamento esistenti sono davvero tante, e quasi tutte molto valide, ma la scelta della tipologia dipende dall’esperienza del Personal Trainer che deve cercare di capire, sulla base delle caratteristiche fisiche e psicologiche del cliente, quale sia la migliore.

Il Personal Trainer ha lo scopo di lavorare sul singolo individua, tenendo conto delle sue peculiarità, dei talenti, dei punti di forza e di quelli di svantaggio.

Il Personal Trainer è una figura da scegliere con molta pazienza e possibilmente è meglio evitare quelli ‘improvvisati’, perché poi le ripercussioni sulla qualità dell’allenamento e sui risultati finali ci sono e si vedono.

Un Personal Trainer non necessariamente segue ogni singolo allenamento del cliente, ma deve comunque tenere monitorato l’andamento complessivo del programma e deve essere disponibile in caso di dubbi, domande, problemi.

Da questo breve excursus si desume che egli è una figura altamente qualificata e specializzata e che bisognerebbe sempre cercare di sceglierla con calma e con cura, tenendo conto degli studi effettuati, dei riconoscimenti e dei risultati sul campo. Il personal trainer può essere seguito sia in casa, sia in palestra, con programmi specializzati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *