Salute

Allenare il cervello con il cioccolato

I maya chiamavano cioccolato una bevanda di cacao preparata con acqua calda e spesso aromatizzata con peperoncino e pepe, e la definivano “cibo degli dei”, in quanto il suo consumo era destinato solo ad alcune classi sociali come sovrani, nobili e guerrieri.

Ma non tutti sanno che il cioccolato, cibo degli dei e tentazione irresistibile per ogni goloso, è un’importante carburante per il nostro cervello.

Le ricerche scientifiche più recenti lo hanno studiato come cibo funzionale, indicandolo come un potenziale supplemento alimentare nel proteggere le funzioni cognitive, specialmente in presenza di forme lievi di declino cognitivo.

In particolare, una recente ricerca italiana dell’Università dell’Aquila, pubblicata sulla rivista scientifica Frontiers in Nutrition, ha rivelato il ruolo importante del cacao nel preservare e migliorare le capacità cognitive.

Il cioccolato, infatti, contiene flavonoli, antiossidanti naturali della classe dei flavonoidi, che si trovano in vari tipi di piante tra cui il cacao.

Lo studio sopracitato ha esplorato l’introito dei flavonoidi nell’organismo attraverso l’assunzione di cacao nel breve e nel lungo periodo, analizzando i dati emersi dalle ricerche negli ultimi vent’anni.

I risultati hanno mostrato che l’azione di queste sostanze sarebbe benefica sia a livello cardiovascolare che neurologico, segnando un punto a favore dei golosi di cioccolato.

Ovviamente oltre al cioccolato, questo ruolo benefico va a tutti gli alimenti che contengono flavonoli.

I risultati dello studio hanno analizzato l’effetto dei flavonoli su diverse sfere cognitive, in particolare attenzione, memoria e abilità esecutive, come progettare per obiettivi, attuare i progetti e controllare e modificare il comportamento.

Si è osservato quali reazioni si hanno in questi processi cognitivi a poche ora dall’assunzione di cacao e con un apporto regolare di flavonoli in esso contenuti.

Alcuni studi, ad esempio, avevano mostrato nei partecipanti una memoria di lavoro più forte e una migliore capacità di analizzare le informazioni visive. Inoltre, nelle partecipanti femminili l’assunzione di flavonoli è risultata in grado di contrastare il calo delle prestazioni cognitive dopo una notte in bianco.

In individui anziani sono state invece analizzate le conseguenze dell’assunzione di flavonoli a lungo termine fino a tre mesi, mostrando che a fronte di un apporto giornaliero di queste sostanze, l’attenzione, la velocità di processare le informazioni, la memoria di lavoro, la produzione lessicale si siano rinforzate. Tali benefici erano più evidenti negli anziani con un iniziale deficit di memoria o un leggero declino cognitivo.

Perché il cervello funziona meglio se si mangia cioccolato?

Perché i flavonoli hanno un effetto protettivo sull’endotelio vascolare, la membrana che riveste l’interno dei vasi sanguigni.

L’endotelio svolge una funzione di filtro e regola il passaggio di importanti molecole. Di conseguenza una migliore funzionalità dell’endotelio si traduce in un maggior afflusso di sangue e nutrienti al cervello.

I flavonoli hanno quindi un effetto diretto sulle capacità cognitive e sulle cellule nervose. I flavonoli sono stati localizzati in aree cerebrali cruciali per funzioni come la memoria e l’apprendimento.

In conclusione, lo studio ha mostrato che l’assunzione regolare di flavonoli aiuta particolarmente le funzioni cognitive dei pazienti già affetti da deficit cognitivi e problemi di memoria.

Mentre un’assunzione acuta e immediata degli stessi flavonoli aumenta le performance in situazioni di fatica, di stress o in situazioni di mancanza di sonno.

Attenzione però a non sottovalutare gli effetti indesiderati del consumo di grandi quantità di cioccolato, come l’apporto calorico e gli effetti stimolanti della caffeina. In generale i nutrizionisti affermano che 20 grammi al giorno sono la quantità corretta da assumere, meglio se cioccolato fondente.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*