Wednesday, 20/9/2017 | 11:12 UTC+2
Consobiomed

Che cosa è il taglio laser

L’incisione con il laser è una tipologia di taglio su precisi percorsi e tracce computerizzate da utilizzare nei metalli, nelle plastiche, nel legno, nella pietra e in praticamente qualsiasi superficie che si presta a questo tipo di lavorazione. Esso permette un livello di precisione e una complessità impossibili da raggiungere con delle tradizioni macchine da taglio (che usano lame al diamante, quasi sempre). L’incisione laser funziona attraverso l’eccitazione di un gas, che fa da innesco, solitamente viene usato il CO2, causando un’amplificazione della luce canalizzata dal flusso di fotoni. Un tipico procedimento di taglio ha un raggio che è largo al massimo 1/5 di un millimetro, riuscendo a canalizzare da 1000 a 2000 watts di energia su un singolo punto. Queste alte temperature sono sufficienti per fondere la maggior parte dei materiali. Dal momento che penetrando un materiale i raggi laser perdono energia e diventano più larghi, esiste un limite attraverso il quale possono essere validamente impiegati e questo limite è di 20 millimetri.

Incisori a controllo computerizzato

La macchine taglio laser come gli incisori o i pantografi utilizzano un programma computerizzato che permette di gestire tutte le fasi di progettazione, taglio e pulitura dei materiali, con una precisione ben oltre la definizione di millimetrica. Questi macchinari rappresentano davvero una pietra miliare nella conquista di nuovi strumenti di lavorazione, permettendo un salto evolutivo evidente che ha arrecato alla nostra civiltà indubbi vantaggi. I lavoratori che prima tagliavano con le mani i materiali spesso assolvevano a compiti usuranti, che provocavano malattia e morte. I lavori non avevano nemmeno quelle caratteristiche di perfezione che gli incisori a controllo computerizzato oggi possono fornire, pertanto l’avvento di questi macchinari ha posto gli addetti al taglio dietro una scrivania, controllando sul computer che la macchina faccia il suo dovere.

Dal momento che il laser è generato attraverso la focalizzazione in un punto preciso dei fotoni, parte di questa energia può essere riflessa e utilizzata in metalli e leghe, come l’alluminio e il rame. Questi materiali sono dei ben noti termoconduttori, il che significa che possono distribuire e trasportare il calore attraverso il loro volume. Per lo stesso motivo, l’acciaio legato e l’acciaio inossidabile sono molto utilizzati nelle incisioni. Assorbendo poco calore, permettono al laser di concentrare con maggior efficienza sul punto il calore stesso prodotto dal flusso di fotoni. Gli incisori tagliano su solchi minore di 1 millimetro di diametro. Speciali laser riescono a tagliare in modo ancora più netto e sottile, conferendo il massimo della produzione.

-

Pubblica i tuoi commenti

Your email address will not be published. Required fields are marked *