Wednesday, 20/9/2017 | 11:10 UTC+2
Consobiomed

Come essere belle in gravidanza

Come essere belle in gravidanza

Non è facile affrontare tutte le sfide fisiche implicite nella gravidanza, ma concentrarsi sugli aspetti positivi, quali possono essere l’addolcimento delle forme, la lucentezza dei capelli e lo splendore della pelle, può aiutarvi a viverle più serenamente. Scopriamo insieme come essere belle in gravidanza, con una cura perfetta dalla testa ai piedi.


Si parla sempre della “luce” della gravidanza, ossia di quel particolare splendore della carnagione e dei capelli che acquistano le future mamme, mentre si fa cenno meno spesso agli aspetti menolusinghieri, quali l’indolenzimento delle mammelle, i gonfiori ai piedi, la desquamazione della pelle. Forse consola sapere che questi cambiamenti sono la naturale conseguenza della gravidanza, ma ciò non toglie che possano provocare disagio e sconforto. Per tale ragione, è importante che impariate a prendervi cura di voi stesse e del vostro corpo in trasformazione. Non è detto che i prodotti più costosi siano i più efficaci; ciò che fa la differenza è invece la costanza delle cure, che garantisce un aspetto sano ed estetico alla pelle. I prodotti di bellezza concepiti specificatamente per le donne in gravidanza non contengono ingredienti magici, a dispetto di quanto pubblicizzato, quindi usateli solo se notate risultati evidenti. Comprarsi ogni tanto un prodotto più lussuoso, per viziarsi un po’, è senz’altro lecito.

I capelli in gravidanza

Con l’aumento del metabolismo e della circolazione sanguigna, i capelli possono crescere più rapidamente e la caduta rallentare. Questa crescita vigorosa fa sì che i capelli siano più folti e più lucidi del solito. Alcune donne, invece, sono meno fortunate e notano che i capelli si ingrassano, o viceversa si seccano, più facilmente di prima, e sono privi di corpo. Non vi preoccupate se accade e pensate che qualsiasi cambiamento stiate vivendo in questo momento avrà vita breve.
Consigli per la cura dei capelli in gravidanza

Durante la gravidanza non stressate troppo i capelli. Potreste trovare utili i seguenti consigli:

• Usate shampoo speciali per capelli grassi

  • Lavateli spesso con uno shampoo a formulazione specifica e cercate di non spazzolarli troppo energicamente perché la spazzola stimola le ghiandole sebacee.
  • Idratate adeguatamente. Se i capelli si seccano e si elettrizzano facilmente, usate impacchi di olio o un balsamo forte una volta alla settimana. Le spume possono aumentare il volume e migliorare l’aspetto nei giorni più difficili, tenendo a posto l’acconciatura. Anche in questo caso, limitate l’uso della spazzola, che separa le squame del capello.
  • Fate un bel taglio. A mano a mano che la gravidanza progredisce, e certamente dopo che sarà nato il bambino, avrete forse meno tempo da dedicare a un’acconciatura elaborata. Scegliete quindi un taglio facile da portare. I capelli saranno anche più sani dopo una bella sforbiciata.
  • Se avete i pidocchi, evitate prodotti chimici, erboristici o “naturali”. Rimuovete le lendini con un balsamo per capelli e uno speciale pettine sottile.

Trattamenti speciali per i capelli

Alcuni medici consigliano di evitare colorazioni o colpi di sole durante la gravidanza, ma non ci sono prove che questi trattamenti siano nocivi per il bambino. In passato, le tinte contenevano alcune sostanze particolarmente allarmanti, come la formaldeide, ma oggi gran parte dei coloranti non contiene questo genere di sostanze chimiche. Se siete comunque preoccupate, evitate di tingere i capelli nel primo trimestre e, in seguito, usate solo prodotti vegetali. Un’avvertenza: a causa degli ormoni della gravidanza, i capelli potrebbero reagire alla tinta in modo diverso dal solito e quindi risultare di un colore diverso da quello atteso. Non esistono neanche prove a conferma della nocività delle sostanze chimiche contenute nei prodotti per la permanente. Anche in questo caso, però, la reazione del capello potrebbe essere variabile e potreste quindi ritrovarvi con una permanente molto riccia invece che solo ondulata. I prodotti usati per stirare i capelli contengono sostanze chimiche molto potenti e vanno preferibilmente evitati, sebbene neppure per questi esistano prove di nocività.

Il viso

Il maggiore afflusso di sangue nel corpo materno, che cresce fino al 50% in più al momento del parto, associato al leggero aumento di temperatura corporea, causano un tipico rossore del volto e una consistenza più morbida e vellutata dell’incarnato, a mano a mano che la gestante prende peso e la pelle trattiene più liquidi. Non vi sorprendete se la pelle subisce qualche cambiamento, diventando insolitamente secca o grassa, o se spunta qualche foruncolo. Potreste notare altre alterazioni della pelle, come gli angiomi stellari (piccoli capillari rotti) sulle guance o il cloasma, la cosiddetta maschera gravidica, sul naso e le guance . Nella maggior parte dei casi, questi segni scompaiono dopo il parto e la pelle torna normale. Se comunque desiderate nasconderli, usate un buon correttore e non liquidi schiarenti, che contengono ammoniaca e possono daneggiare la pelle.

Protezione solare

Gli ormoni rendono la pelle più sensibile all’esposizione solare e aumentano il rischio di scottature. Applicate quindi sul viso un fondotinta o una crema idratante con schermo solare ogni giorno, coprendo tutte le parti del corpo esposte con una crema solare con fattore di protezione 15 o più elevato. Non dimenticate di proteggere anche le labbra, che potrebbero seccarsi più facilmente. Usate quindi regolarmente un burro di cacao idratante, da solo o sotto il rossetto, per evitare le screpolature. Trattamenti per il viso Dovrete forse cambiare leggermente le vostre abitudini per adattarvi ai cambiamenti della pelle, a mano a mano che i mesi avanzano. A ogni modo, per avere una pelle di aspetto sano e piacevole, seguite questi consigli:

Fate una pulizia del viso almeno una volta al giorno. Usate prodotti senza sapone, adatti al vostro tipo di pelle. Il sapone potrebbe essere troppo aggressivo per la pelle del volto e privarla degli oli che contiene naturalmente. Se compaiono foruncoli, la pulizia della pelle diventa anche più importante, per tenere i pori liberi da impurità.

Usate un tonico leggero. Il tonico elimina i residui di grasso dalla pelle e le impurità dai pori.

Abbondate con le creme idratanti se la pelle è secca. Spalmate bene le creme sul viso, in modo che penetrino in profondità e reidratino la pelle. Se la pelle si secca solo in alcune zone, trattatela come una pelle mista, ossia applicando più crema nelle zone più secche. Se usate maschere di bellezza regolarmente, non ci sono ragioni per interrompere il trattamento in gravidanza, anzi le maschere contribuiscono al rilassamento generale. Le maschere di bellezza non peggiorano le alterazioni dell’epidermide che possono manifestarsi in gravidanza, ma la pelle potrebbe essere più sensibile del solito; quindi, controllate che gli ingredienti l siano adatti.

Creme antirughe in gravidanza

Sebbene le creme antirughe a base di vitamina A non siano necessariamente fonte di problemi per la pelle, è comunque consigliabile evitarne l’uso in gravidanza. È possibile, infatti che la vitamina venga assorbita attraverso la pelle nel flusso sanguigno. Esistono prove evidenti che la vitamina assunta attraverso gli integratori o i farmaci sia responsabile di gravi malformazioni congenite . In caso di dubbio sui prodotti che usate, chiedete consiglio al medico.
I denti e le gengive in gravidanza

In questo periodo, una corretta igiene orale è anche più importante del solito. Gli ormoni della gravidanza che circolano nell’organismo potrebbero causare infatti leggeri gonfiori e perdite di sangue dalle gengive, specie durante l’impiego dello spazzolino o del filo interdentale. Le gengive sono inoltre più soggette all’attacco della placca e dei batteri.

Igiene orale quotidiana

Se già non lo fate, lavate i denti almeno due volte al giorno, preferibilmente dopo ogni pasto. Portate sempre uno spazzolino nella borsetta.

Usate uno spazzolino a setole morbide. Eviterete di far sanguinare le gengive. Dopo lo spazzolino, massaggiate le gengive delicatamente con la punta delle dita, per stimolare la circolazione sanguigna.

Usate il filo interdentale ogni giorno. L’operazione va eseguita con delicatezza.

Usate la gomma da masticare. Se non potete lavarvi i denti dopo ogni pasto, masticate una gomma senza zucchero, per prevenire l’accumulo della placca.

Andate regolarmente dal dentista. In gravidanza, potreste averne bisogno più spesso, almeno una volta ogni sei mesi. Informate il dentista del vostro stato perché eviterà di farvi radiografie in questo periodo, anche se un’esposizione limitata ai raggi X con una protezione sulla pancia non comporta pericoli. Probabilmente le cure più invasive saranno rimandate a dopo il parto (salvo che non siano urgenti).

Prodotti sbiancanti in gravidanza

Non sono stati condotti studi estensivi sui prodotti sbiancanti, molti dei quali sono a base di perossido o luce ultravioletta. In mancanza di dati certi, è quindi consigliabile evitare l’utilizzo di questi prodotti durante la gravidanza.
Il corpo in gravidanza

A causa dell’aumento del flusso sanguigno, potreste provare un’acuita sensazione di calore e, di conseguenza, sudare di più. Fate un bagno o una doccia una o due volte al giorno, usando acqua tiepida piuttosto che calda, perché l’acqua calda dilata i pori e aumenta la sudorazione. Se la pelle è un po’ secca, potete usare una soluzione cremosa in luogo del sapone, o una crema idratante per il corpo, da applicare dopo il bagno o la doccia sulla pelle ancora umida. Per prevenire la sudorazione eccessiva, usate biancheria di cotone piuttosto che sintetica e, se usate le calze, scegliete quelle con i rinforzi in cotone. Indossate indumenti di fibre naturali e non sintetiche per stare più fresche.
Pelle morbida ed elastica

Forse non è necessario ricordarvi che dovrete dedicare più cure all’addome e al seno. L’epidermide in queste zone del corpo è sottoposta a maggiori tensioni e, di conseguenza, sarà più secca e pruriginosa. Massaggiate il pancione con una crema idratante o un olio, che è anche un modo per comunicare con il bambino che avete in grembo e per indurre il meritato rilassamento. Se la pelle del seno è secca, applicate della crema idratante, senza ungere i capezzoli, che se troppo umidi o morbidi potrebbero farvi male. Se provate fastidio, tenete occasionalmente il seno scoperto. Le smagliature si formano comunemente sulle cosce, sul seno e sull’addome. Non c’è rimedio certo per pre-venirle, né cura miracolosa che le faccia sparire quando ormai sono comparse, ma vi sono dei modi per ridurne l’intensità . Se amate i massaggi, potete continuare a riceverne du-rante tutta la gravidanza, sempre che moderiate l’uso degli oli essenziali. Oggi, alcuni centri di massaggio sono dotati di speciali lettini con un’apertura speciale per la pancia, in modo che possiate stendervi supine.
Depilazione Le cerette a caldo applicate sull’inguine, sulle gambe o sul viso sono preparati topici, che non contengono so-stanze nocive per il feto, e non c’è quindi ragione di evitare questi trattamenti estetici durante la gravidanza. Sebbene non esistano rischi appurati per il bambino nelle creme depilatorie o nell’ammoniaca, la pelle potrebbe sviluppare delle reazioni allergiche e una piccola parte di queste sostanze potrebbe passare nel sangue attraverso l’epidermide. Allo stesso modo è sconsigliata la depilazione con l’elettrolisi, seppure non esistano dati sulla sua nocività. Alternative più sicure sono la rasatura o la rimozione dei peli superflui con le pinzette.

Tatuaggi e piercing in gravidanza

Anche se frequentate un centro controllato, il tatuaggio e il piercing non sono consigliabili in gravidanza, perché sussiste un elevato rischio di infezioni.
Interventi chirurgici al seno. Con tutti i cambiamenti che avvengono nel vostro corpo, la gravidanza non è il momento adatto per decidere di effettuare un impianto di protesi per la prima volta. Inoltre non tutti i chirurghi plastici sono preparati ad affrontare un’operazione non necessaria su una donna incinta. Se avete già delle protesi di silicone o saline, la gravidanza non avrà effetti sulla loro integrità, ma il tessuto
del seno si tende e si contrae durante i 9 mesi di gestazione e l’allattamento quindi l’estetica potrebbe subirne le con-seguenze rendendo necessario l’intervento chirurgico. Alcune donne, infatti, lamentano indolenzimenti a causa della crescita del seno che, associata all’aumento delle dimensioni dovuto alla protesi, provoca maggior tensione dell’epidermide e acutizza i disturbi.
Le mani e i piedi

Le unghie potrebbero sfaldarsi e spezzarsi più facilmente durante la gravidanza. In questo caso, tenetele corte e indossate i guanti di gomma quando fate i lavori di casa. I guanti vanno usati anche per proteggere le mani mentre lavorate in giardino, per evitare di contrarre infezioni dal suolo. Applicate regolarmente una crema specifica per le mani, preferibilmente contenente indurente per le unghie. La gravidanza provoca un aumento del carico sui piedi, sia a causa dell’aumento del peso corporeo che dell’insorgenza di gonfiori. Potreste trovare sollievo in un pediluvio serale o nel massaggio con una crema alla menta dopo il bagno o la doccia. Tenete corte anche le unghie dei piedi, ma non tanto da rischiare che si incarnino, e tagliatele quadrate. Se, a gravidanza avanzata, non riuscite a farlo da sole, chiedete aiuto a qualcuno o andate da un’estetista. Se frequentate un salone di bellezza, accertatevi della corretta igiene delle attrezzature.

-

Pubblica i tuoi commenti

Your email address will not be published. Required fields are marked *