Wednesday, 20/9/2017 | 11:13 UTC+2
Consobiomed

I benefici del caffè verde

Quando si vuole intraprendere un percorso di dimagrimento sano ed equilibrato, la scelta può risultare non semplice in quanto il mercato propone una serie di soluzioni che presentano caratteristiche simili e che spesso si rivelano essere soltanto delle grandi bufale.

L’assunzione di integratori inoltre non è una soluzione definitiva ma soltanto un ausilio, di solito una spinta per chi finalmente ha trovato la buona volontà di fare delle rinunce ed impegnarsi sul serio per vivere in modo più sano. Quindi più sport, meno alcol, e decisamente meno cibo. Ma tutto questo non basta. Quando si taglia sul mangiare spesso ci si fa prendere troppo dall’entusiasmo e si finisce con l’impoverire l’organismo di elementi ad esso essenziali.

Per queste ragioni la scelta dell’integratore deve essere ponderata e presa non solo per le proprietà dimagranti, ma anche per la presenza di altre qualità benefiche per l’organismo. Un esempio che calza a pennello e che spiega il perché della sua diffusione è quello del Caffè Verde.

Il Caffè Verde è un integratore a base di estratto di chicchi di caffè crudi non tostati (e per questo ancora verdi) acquistabile in forma pura o con l’aggiunta di altri ingredienti naturali quali di solito il guaranà, le bacche di Acai o simili. La versione pura è decisamente la più tollerabile per l’organismo e quella che oltre a promuovere una più celere combustione dei grassi, può aiutare l’organismo a combattere l’azione dei radicali liberi, le molecole responsabili di invecchiamento e dell’insorgere di malattie degenerative.

Tra gli ingredienti presenti all’interno di questo integratore il più importante è senz’altro l’acido clorogenico. Si tratta della esterificazione dell’acido caffeico con quello chinico, quindi del risultato della reazione tra l’unione di queste due sostanze. È presente in natura in molta frutta e verdura, tra cui le prugne o le patate.

L’azione principale dell’acido clorogenico è quella antiossidante. Durante il processo di cottura del caffè questa sostanza viene quasi del tutto eliminata e slegata dalla caffeina. Per questo il caffè normale è più eccitante ed ha un pH più acido rispetto al caffè crudo. In fase di raccolta i chicchi devono essere trattati diversamente. Dopo essere stati raccolti vengono spremuti a freddo o cotti per infusione.

L’interazione tra questo acido e i processi metabolici è a dir poco sorprendente. Si parla non solo di stimolazione del metabolismo, come nel caso del normale caffè, ma di un aumento nella velocità con cui il fegato trasforma il il nutrimento fornito dai pasti in energia a disposizione dell’organismo. Ecco spiegata la sensazione di tonicità mentale e fisica che spesso chi assume il Caffè Verde descrive. L’acido clorogenico regola anche il livello di glucosio nel sangue stabilizzando in questo modo i livelli glicemici.

In uno studio condotto dall’università della Pennsylvania, sono stati coinvolti 16 soggetti sovrappeso o obesi ai quali sono stati somministrate capsule di Caffè Verde quotidianamente per un periodo di 22 giorni. Il gruppo era diviso in tre: chi assumeva capsule con un alto contenuto di estratto, chi basso, e chi un semplice placebo, tutti e tre i gruppi per un totale di 3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti.

Ai partecipanti allo studio era stato richiesto di non apportare cambiamenti nello stile di vita (in termini di movimento e scelte alimentari). Al termine dello studio la media dei partecipanti ha registrato un calo della massa corporea di circa 7.kg. I partecipanti hanno inoltre notato un calo della massa grassa pari al 16%, in una dieta a base di circa 2400 Kcal al giorno di cui solo 400 Kcal bruciate dalle normali attività quotidiane.

Anche se bisogna ammettere che tali dati non possono fornire una dimostrazione esaustiva circa la sicurezza del Caffè Verde, basta guardare alle vendite registrate negli ultimi anni per capire come questo prodotto non solo presenti molti meno effetti collaterali, ma di come sia ben più tollerabile ed efficace della normale caffeina.

-

Pubblica i tuoi commenti

Your email address will not be published. Required fields are marked *