Thursday, 19/10/2017 | 5:37 UTC+2
Consobiomed

I rischi della dieta del minestrone

Quali sono i rischi della dieta del minestrone?

Dopo i bagordi sibaritici delle feste potrebbe essere forte la sensazione che sia necessario un taglio drastico a ciò che ci mettiamo nel piatto, c’è chi invece ci propone di eliminare anche quest’ultimo e passare direttamente alle…scodelle.

Controindicazioni e rischi della dieta del minestrone, panoramica

Insaccati, pastasciutte, teglie di lasagne, arrosti, intingoli, dolciumi di ogni sorta, birra, vino e – perchè no – anche qualche bicchierino di troppo. Colpevoli ,una mattina ci svegliamo e decidiamo che è ora di piantarla, che solo un approccio spartano come quello, ben noto, della dieta del minestrone possa fare al caso nostro. Sarà davvero così oppure si celano controindicazioni e rischi della dieta del minestrone che rischiano paradossalmente di peggiorare sia la nostra forma fisica che addirittura la nostra salute? Andiamo per gradi, e vediamo prima di cosa stiamo parlando esattamente. Quale sia il “piatto forte” di questo approccio alimentare della durata di una settimana – al massimo due – lo potete intuire da soli, e le cose stanno realmente così: è permesso giusto aggiungere ogni tanto un pugno di riso integrale, una fettina di carne, yogurt e latte magri, caffè, thè e succhi di frutta si, ma senza zucchero. Inventata da un dottore di un ospedale americano, la dieta del minestrone fu ideata per garantire un dimagrimento più che repentino a chi si trovasse effettivamente in seri pericoli di salute a causa del grasso di troppo. Dunque si tratta di uno schema che all’inizio è stato pensato per essere usato all’interno di un ospedale, una struttura protetta in cui ci si trova sotto stretto e costante controllo medico.

Poche idee ben peggiori di questa

Facciamo seriamente fatica ad enumerare controindicazioni e rischi della dieta del minestrone per un semplice motivo: sono troppi ed, in realtà, non sono neanche controbilanciati da uno straccio di aspetto positivo. Si perde peso? Beh, certamente, ma una buona percentuale dei kg bruciati sarà costituita da liquidi e massa muscolare. Nella dieta del minestrone vi è un insufficiente apporto di lipidi, proteine, carboidrati, vitamine, sali minerali: insomma, manca tutto ciò che è necessario ad un essere umano per essere in salute, dunque se per caso avete già qualche carenza – magari senza saperlo – con un similare stile di vita state pur certi che le cose peggioreranno. Per dimagrire poi tutti sanno che è necessario affiancare almeno un po’ di attività fisica, no? Bene, vi sfidiamo a fare qualsiasi sport mangiando così poco e male, inoltre la perdita di tono muscolare porterà ad un abbassamento del metabolismo basale che contribuirà a farvi riprendere peso, financo con gli interessi, una volta che ritornerete a mangiare in modo normale. Mangiare così poco poi aumenta a dismisura lo stress, peggiorando nettamene le vostre performances sia lavorative che sociali. Se poi soffrite di calcoli renali, litiasi biliare ed altre patologie, anche croniche, questa dieta non è solo sconsigliata ma addirittura controindicata: potreste rischiare seriamente un ricovero in ospedale, e sinceramente non ci sembra che ne valga la pena.

-

Pubblica i tuoi commenti

Your email address will not be published. Required fields are marked *