Thursday, 29/6/2017 | 10:50 UTC+2
Consobiomed

I reumatismi sono affezioni, alquanto dolorose e di varia origine, degli apparati scheletrici e muscolari. Generalmente si manifestano nella terza età, come naturale conseguenza dell’invecchiamento, ma in alcuni casi può presentarsi ancor prima. In questa guida, mostriamo come combattere i reumatismi con l’ortica: preziosa pianta terapeutica conosciuta fin dall’antichità per le sue qualità antireumatiche.

Combattere i reumatismi con l’ortica

I reumatismi possono limitare fortemente lo svolgimento delle attività quotidiane, anche le più banali come camminare o afferrare oggetti; tali sindromi infiammatori a carico di articolazioni ed ossa sono principalmente dovuti a determinati traumi o un’eccessiva esposizione in acqua fredda, e ad un alimentazione, sbagliata, che implica la presenza di sostanze nocive nella circolazione sanguigna.

Le soluzioni naturali a base di ortica, possono, in misura notevole, aiutare ad alleviare i dolori reumatici, senza per questo, danneggiare l’organismo. Combattere i reumatismi con l’ortica, risulta essere un rimedio tanto antico quanto efficace. Questo tipo di pianta appartenente alla famiglia delle Urticacee, è molto diffusa, specialmente nelle zone umide. Alta dai 50 ai 160 cm circa, è completamente ricoperta da una leggera peluria ad effetto orticante ma che fortunatamente svanisce 12 ore dopo la raccolta.

Ricca di principi attivi: vitamine del gruppo b, a, c e, di minerali cui magnesio, silicio, ferro e oligoelementi come rame e zinco, è un’erba antinfiammatoria, e antidolorifica dal notevole potere remineralizzante, depurativo, disintossicante, e di eliminare l’acido urico utilissima in caso di reumatismi o di dolori articolari causati dalle cartilagini consumate. Per questa ragione, il suo utilizzo viene anche consigliato nelle donne, prima e durante la menopausa, periodo in cui si va incontro all’indebolimento osseo e cartilagineo.

In antichità, nella medicina popolare greca, si usava combattere i reumatismi con l’ortica strofinando le foglie fresche sulle giunture dolenti, oggi invece si preferisce utilizzare rimedi già pronti, disponibili in erboristeria, per infusi, ed in forma di compresse ed estratti liquidi.

Per preparare un buon infuso: versare tre cucchiaini di foglie secche di questa preziosissima pianta all’interno di una tazza piena di acqua bollente. Lasciare in infusione 10 minuti. Filtrare e dolcificare con del miele. L’infuso va bevuto per almeno due volte al giorno, ma è vivamente sconsigliato in caso di disturbi legati ad insufficienza renale, di ipertensione e cardiaci. In ogni caso, si consiglia sempre un parere medico, prima di ogni tipo di assunzione.

Per combattere i reumatismi con l’ortica, sottoforma di impacco antireumatico, si può preparare lo stesso infuso sopradescritto, aggiungendo un paio di cucchiaini di foglie o di radice secca d’ortica e prolungando l’infusione di 5 o 6 minuti.