Saturday, 29/4/2017 | 3:36 UTC+2
Consobiomed

La dieta americana: controindicazioni e rischi

Cosa sapere sulla dieta americana

Gli Stati Uniti d’America sono una grande nazione che ha regalato molto al mondo, ma se si parla di alimentazione in realtà non ci vengono in mente come primi come fulgido esempio di salutismo…o no?

Controindicazioni e rischi della dieta americana, panoramica

Effettivamente se pensiamo un attimo a quello che si mangia solitamente da quelle parti, a tutto pensiamo fuorchè che si possa perdere del peso: le cose stanno davvero così? In realtà è stata inventata una sedicente dieta americana la quale promette in tre giorni di perdere addirittura due o ben tre kg, vediamo insieme se si tratta di un approccio fattibile o meno. In pratica durante questo periodo – i giorni dovranno essere per forza tre e non di più – ci si nutrirà in un modo che ricorda vagamente quello della notissima dieta Dukan: dunque via libera alle proteine, pochi condimenti e pochissimi grammi di carboidrati da relegare giocoforza alla colazione o al massimo al pranzo. Con regole così restrittive, ci saranno delle controindicazioni e rischi della dieta americana che è bene non dimenticare? Anche un profano dell’alimentazione può rendersi conto, leggendo il menu previsto nei fatidici tre giorni, di quanto squilibrio sia presente, e che sicuramente a lungo andare nutrirsi in questo modo non può non fare male.

Tentar non nuoce, ma è meglio ripiegare su approcci più sani e duraturi nel tempo

Per una questione di onestà intellettuale però, riguardo alle controindicazioni e rischi della dieta americana c’è anche da vedere il rovescio della medaglia: se siete persone sane un simile esperimento, purchè non ripetuto nel tempo, non dovrebbe farvi male. Anzi, molte persone riferiscono effettivamente di essersi un po’ sgonfiate, sebbene ci sia da far notare che la maggior parte dei kg persi in questo modo sono costituiti da liquidi, dunque la sensazione di dimagrimento è più fittizia che altro. Che dire dunque di questa bizzarra dieta americana in cui si alternano succo di pompelmo e gelato, uova e barbabietole? In sostanza, la questione è piuttosto semplice: se dopo un periodo di bagordi sentite il bisogno di sgonfiarvi un attimo e cercate un regime alimentare nel quale non si soffra la fame, allora la dieta americana è quello che fa per voi, purchè non vi aspettiate miracoli e rispettiate alla lettera le porzioni, gli abbinamenti ed i tempi prescritti. Se invece, diversamente, volete buttare giù almeno una decina di kg e volete farlo nel modo più sano possibile, non ce la sentiamo di consigliarvi questo regime alimentare ma, piutosto, di ripiegare verso diete più sane e variate, che vi faranno si perdere peso in tempi più lenti ma che perlomeno non presenteranno fastidiosi effetti rebound. Uno degli effetti avversi degli approcci che durano solo 3-4 giorni infatti è proprio il temibile yo-yo: il rischio di riprendere, e con ampi interessi, tutto il peso perso è concreto, e più probabile quanto più bislacco o differente dal vostro solito modo di alimentarsi è la dieta.

-

Pubblica i tuoi commenti

Your email address will not be published. Required fields are marked *