Thursday, 29/6/2017 | 10:51 UTC+2
Consobiomed

L’apparecchio per i bambini: come sceglierlo e da quale dentista recarsi

corsi di ortodonzia

Al giorno d’oggi sono sempre più i bambini che portano per anni l’apparecchio ai denti, c’è chi lo porta già da piccolo e viene quindi “curato” subito e chi lo porta in età adolescenziale, iniziando la cura più tardi del dovuto. Molti genitori si chiedono però quale sia l’apparecchio giusto da comprare o da quale dentista è meglio recarsi, ecco, ora cercheremo di aiutarvi in questa delicata scelta.

L’errore comune che commettono molto spesso i genitori è quello di effettuare le proprie scelte in base al “preventivo”, affidandosi molto spesso a prodotti e/o dentisti che potrebbero soltanto recare più danni al proprio figlio. La scelta del dentista dovrà ricadere sia dal punto di vista professionale che dal punto di vista umano, in quanto il bambino solitamente è spaventato dal dentista e quindi dovrà esser messo a proprio agio sia in sala d’attesa che durante l’operato. Sarà quindi fondamentale l’avere dei giochi in sala per intrattenere il piccolo ma allo stesso tempo sarà fondamentale anche il saper tenere calmo il bambino ad esempio con delle storie, o semplicemente attendere con pazienza, come nel caso che non decida di aprire la bocca per farsi controllare.

Prendere l’impronta per l’apparecchio è infatti alquanto fastidioso e potrebbe non “riuscire” al primo tentativo. Ma perché al giorno d’oggi più della metà dei bambini (soprattutto in età scolare) porta l’apparecchio per i denti? Per il semplice motivo che favorisce il corretto sviluppo di tutto l’apparato, risolvendo alcuni problemi comuni come i denti storti o la malocclusione. Una cura che viene fatta quando il bambino è ancora “piccolo” (stiamo parlando verso i 6-7 anni) e per evitare futuri problemi, molto più dolorosi.

I problemi alla bocca, se non curati da subito, possono portare a problemi più gravi in altre zone del corpo, problemi che interessano le articolazioni, i muscoli, la colonna vertebrale, mal di collo e tanto altro. Per prevenire a tutto ciò è quindi consigliato di fare la prima visita verso i 4 anni, in modo tale che il dentista possa capire se ci saranno problemi imminenti oppure no. Le malformazioni più comuni nei bambini sono ad esempio l’avanzamento o l’arretramento, l’ipodontia o l’iperdontria, tutti problemi legati ad anomalie della mascella o della mandibola.

Ed ecco che quindi bisognerà intervenire subito mettendo un apparecchio per i denti, apparecchio che può essere di 3 tipi (fisso, mobile, a mascherina) e che verrà consigliato dal dentista di fiducia (molto dipende dall’età e dal tipo di problema). Solitamente l’apparecchio mobile viene utilizzato per migliorare la dimensione e la conformazione della bocca, quello fisso, o in sostituzione le mascherine trasparenti sono invece utilizzate per allineare i denti (dopo che saranno comparsi quasi tutti i denti).

Tutti questi problemi per molti genitori potrebbero essere sconosciuti in quanto non tutti sono “afferrati” in materia. Per sopperire a questa “carenza” sono stati infatti creati degli appositi corsi di ortodonzia per aiutare nella scelta dei prodotti e sul come comportarsi davanti a questo genere di problemi. Sono infatti moltissime le case che offrono questo servizio anche online, una tecnica utilizzata ad esempio anche dalla Ormco.

-

Pubblica i tuoi commenti

Your email address will not be published. Required fields are marked *