Saturday, 24/6/2017 | 1:47 UTC+2
Consobiomed

Quali sono le migliori tisane contro l’insonnia?

Quali sono le migliori tisane contro l'insonnia?

Dopo una giornata particolarmente stancante o stressante a tutti dovrebbe essere concesso quello che comunemente viene chiamato il sonno dei giusti: in realtà le cose, purtroppo, non stanno esattamente così.

Migliori tisane contro l’insonnia, panoramica

Chi non ha mai avuto particolari problemi a dormire ma anzi ha sempre avuto la garanzia di iniziare a ronfare dopo pochi minuti dall’essersi messo a letto non può capire l’enorme frustrazione di coloro che invece hanno enormi difficoltà a farlo. Prima di entrare nel panico od iniziare ad assumere farmaci ricchi di effetti collaterali può avere senso dare una possibilità alle migliori tisane contro l’insonnia: alcune erbe infatti possono dare una grossa mano da questo punto di vista. Cominciamo da un grande classico, la camomilla. Anche i bambini sanno che gli estratti di questo bel fiore conciliano il sonno, no? Verissimo, ma con alcune precise indicazioni: quasi nessuno infatti sa che si, se il tempo di infusione è breve effettivamente si otterrà una bevanda calda dal grande potere rilassante, la regina forse delle migliori tisane contro l’insonnia, ma se invece si attende un po’ troppo verranno sprigionate sostanze eccitanti che certamente non ci aiuteranno a riposare. Quando si scelgono delle tisane contro l’insonnia poi bisogna valutare anche perchè non si dorme, per capire l’erba adatta al nostro problema: se ad esempio soffriamo di un periodo un po’ ansioso ha sicuramente senso ripiegare sul biancospino. Se insieme all’agitazione ci si mette anche un fastidioso mal di pancia meglio allora ripiegare sulla valeriana, ricordando sempre che oltre all’infuso esiste in commercio anche la tintura madre vera e propria, dagli effetti più potenti.

E’ possibile anche mescolare le erbe

Nella top ten delle migliori tisane contro l’insonnia non può mancare la passiflora, dotata di capacità sedative sul sistema nervoso anche maggiori e pertanto indicata più per chi ha problemi ad addormentarsi rispetto a coloro che invece soffrono di risvegli precoci al mattino. Se veniamo invece da un periodo di stravizi e abbiamo voglia non solo di riposarci ma anche di depurarci un po’ allora la scelta non può che ricadere sul tiglio: un paio di cucchiaini di quest’erba essiccata vi consentiranno di realizzare un infuso caldo dalle decise proprietà diuretiche. Tosse? Esistono tisane contro l’insonnia in grado di ovviare anche a questo problema: la verbena infatti possiede doti mucolitiche ed espettoranti, e calmando il fastidioso riflesso della tosse sicuramente prendere sonno sarà più semplice. Il luppolo invece – no, non sottoforma di birra! – oltre a conciliare il sonno ha azioni benefiche su cistifellea e fegato. Ricordiamo infine che non è per forza indispensabile doversi limitare nella scelta: da soli o, meglio, con l’aiuto di erborista esperto è possibile creare delle miscele in cui saranno presenti tutte le sostanze di cui avete bisogno. Concludiamo questa breve disamina consigliandovi di fare sempre attenzione alle eventuali controindicazioni: l’assunzione di alcuni farmaci, ad esempio, dovrebbe essere accuratamente valutata dal vostro medico curante oppure alla presenza di un eventuale stato di allergia, anche crociato.

-

Pubblica i tuoi commenti

Your email address will not be published. Required fields are marked *