Friday, 15/12/2017 | 10:08 UTC+1
Consobiomed

Sesso e menopausa

Sebbene la maggior parte delle donne sperimenti alcuni cambiamenti nella funzione sessuale legati al trascorrere degli anni, la menopausa e l’invecchiamento non segnano assolutamente la fine della vita sessuale di una donna.

Inoltre, è da tener presente che l’effetto della menopausa e dell’invecchiamento sulla salute sessuale può variare notevolmente da una donna all’altra.

Ciò che di solito accade alle donne è che negli anni che conducono alla menopausa, il livello di estrogeni (ormoni sessuali femminile prodotti dalle ovaie) inizia a diminuire per poi declinare drasticamente.

Questo declino ormonale a volte può avere questi effetti:

  • Secchezza vaginale ( http://www.flaviamenopausa.it/Salute-Intima/Infezioni-vaginali)
  • Disagio o dolore durante i rapporti sessuali
  • Maggior vulnerabilità alle infezioni urinarie
  • Il seno potrebbe perdere massa
  • La pelle diventa meno elastica
  • Calo del desiderio

Non solo, ma la diminuzione dei livelli di estrogeni può portare anche

  • vampate di calore
  • sudorazioni notturne

Tuttavia, questi sintomi possono essere affrontati e trattati in modo da non rappresentare un ostacolo ad una vita sessuale sana, felice e soddisfacente durante e dopo la menopausa.

In aggiunta, c’è da dire che a volte le donne entrano in menopausa senza soffrire della maggior parte di questi sintomi.

Quindi, alla domanda più importante che le donne si fanno ovvero “se potranno continuare a fare sesso durante e dopo la menopausa”, la risposta è SI.

Molte donne godono di una vita sessuale meravigliosa dopo aver superato la menopausa e continuano a farlo per molto tempo.

Alcune evidenze mostrano che:

  • le donne che sono interessate al sesso hanno più probabilità di avere orgasmi dopo la menopausa rispetto a quelle più giovani
  • hanno più probabilità di avere orgasmi multipli

e questo per 3 motivi principali:

  • dopo la menopausa le donne sono felici di poter smettere di preoccuparsi della contraccezione.
  • molte donne hanno maturato più abilità ed esperienza nell’amore
  • i rapporti con il partner sono più consapevoli

Tuttavia, bisogna essere preparate ad affrontare i problemi dovuti al calo ormonale, che possono verificarsi e influenzare negativamente la vita sessuale in menopausa:

  • la secchezza vaginale potrebbe rendere i rapporti sessuali fastidiosi o dolorosi. Fortunatamente, questo problema può essere risolto con l’uso di creme ormonali vaginali.
  • Sudorazione notturna e vampate di calore possono essere controproducenti per il rilassamento e il romanticismo alla base del rapporto sessuale. Di notte, le vampate producono un’intollerabile sensazione di calore, spesso accompagnata da una profonda sudorazione e persino da una sensazione di claustrofobia. Se la donna soffre di vampate e sudorazioni notturne non avrà voglia di assorbire ancora più calore dal partner. Il trattamento di questo sintomo aiuterà quindi anche a migliorare i rapporti sessuali.
  • L’incontinenza urinaria potrebbe occasionalmente presentarsi durante il rapporto sessuale
  • Bisogna intervenire nel trattare la pelle secca con creme idratanti, fare esercizio fisico regolare per contrastare l’aumento di peso, soprattutto nel girovita, per rassodare il corpo e tonificare i muscoli.
  • Solo in alcuni casi si verifica il calo del desiderio. Se succede, i partner possono sentirsi rifiutati e quindi potrebbero verificarsi difficoltà di relazione.
  • Anche i sintomi psicologici come gli sbalzi s’umore, l’irritabilità, l’insonnia e la depressione possono rendere difficile il rapporto sessuale.
  • I disturbi del sonno possono essere frequenti in menopausa, ma un buon riposo e una soddisfacente attività sessuale vanno a braccetto. Un recente studio ha mostrato che le donne che dormono meno di 7-8 ore per notte sono infatti meno soddisfatte dal punto di vista sessuale. http://www.flaviamenopausa.it/Menopausa/Disturbi-del-sonno

La buona notizia è che tutti questi problemi possono essere risolti, soprattutto attraverso consulenza di uno specialista, insieme alla simpatia, alla comprensione e all’amore del partner.

Concludiamo con la raccomandazione di fare attenzione alle gravidanze tardive, che possono sempre capitare alle donne di mezza età. Per cui è importante pensare anche alla contraccezione in e dopo la menopausa.

Il consiglio è che le donne che raggiungono la menopausa quando hanno 50 anni o più devono usare la contraccezione per 12 mesi dopo l’ultimo ciclo mestruale. Le donne che invece raggiungono la menopausa quando hanno meno di 50 anni dovrebbero continuare ad usare la contraccezione per due anni dopo l’ultimo ciclo. Ricordiamo che la Terapia Ormonale Sostitutiva non è un contraccettivo.

 

-

Pubblica i tuoi commenti

Your email address will not be published. Required fields are marked *