Vacanze al mare: Rimini, una scelta sicura

L'altalena in mare di Rimini

Siamo quasi in autunno e la maggior parte delle persone è tornata dalle vacanze che ha fatto nell’alta stagione. Tuttavia tocca ora a chi magari ha lavorato per quei vacanzieri andare a sua volta a riposarsi un po’, e anche se le temperature possono essere più basse, il mare in questo periodo dell’anno può essere una vera goduria, specie in località attrezzate come Rimini.

Non è banale

Rimini è una città d’origine romana centro della vita notturna e della movida romagnola, grazie ai suoi locali e alle sue attrezzature famose in tutto il mondo. Le sue spiagge in fatti sono parte di un litorale lungo 15km e i bagni sono in totale 150, con alcune che arrivano anche a 200 metri di grandezza da battigia a riva vera e propria.

Le spiagge di Rimini hanno la loro caratteristica sabbia dorata che permane anche nei fondali di quel punto dell’Adriatico, che è anche molto basso: caratteristiche che lo rendono ideale sia alle famiglie con bambini sia ai giovani in vacanza, che possono dilettarsi ai vari sport e alle varie attività sulla spiaggia che vanno naturalmente fotografate, postate su Instagram per non perdere mai il ricordo.

La vita di spiaggia, quindi, è tutto fuorché noiosa. Oltre ai giochi con la sabbia e agli sport, tutti gli stabilimenti balneari sono attrezzati di locali, bar, chioschi ognuno con le sue peculiarità e differenze in base a ciò che hanno da offrire. Non c’è, inoltre, rischio di perdersi perché sono spiagge numerate da Nord a Sud, come numerati sono i lettini posti per file e tutto questo rende molto facile e immediato ricordarsi della posizione in cui si è.

Ogni bagno si rivolge ad un target differente. Ci sono quelli che più si rivolgono alle famiglie, che hanno quindi l’animazione e al baby club. Altri invece vogliono far riposare i genitori, offrendo servizi di baby parking. Altri ancora ai giovani, con aree gioco sportive e locali un po’ più al passo coi tempi e che offrono drink anche alcolici.

Ancora, ci sono dei bagni che hanno a cuore i disabili, e che quindi forniscono servizi proprio per loro; alcuni sono dei veri locali; ci sono anche stabilimenti di lusso o infine quelli attrezzati come delle SPA, che hanno addirittura vasche idromassaggio o servizi simili.

C’è chi ha altre necessità

Ma non tutto giustamente potrebbero apprezzare tutta questa movida o vuole fare un po’ di economia, preferendo spendere altrove. C’è anche chi predilige spiagge più tranquille e prive di costruzioni, e quindi a Rimini non mancano nemmeno le spiagge libere. Non sono ovviamente abbandonate a sé stesse, ma sono prive di ombrelloni (chi li vuole se li porta da casa) e vista la minore presenza umana, anche l’acqua è un po’ più limpida e cristallina.

Le spiagge libere si riconoscono perché a differenza di quelle attrezzate non sono numerate, e in alcuni casi non ci sono servizi di salvataggio o altro. Inutile dire che ce ne sono anche in numero inferiore rispetto a quelle attrezzate, però se siete tra quegli amanti della libertà di mettervi dove vi pare, amerete questo tipo di spiaggia.

Una particolarità, all’altezza del bagno 24 c’è quella che viene definita L’altalena in mare. Un’altalena, cioè, posta nell’acqua sulla riva che fa subito quell’effetto abbandonato e malinconico che tanto piace ultimamente. E proprio perché così piacente, la coda spesso è lunga ma fidatevi: ne vale davvero la pena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *